Usiamo mani e ritmo per creare la pioggia

Un coro può far piovere? Da sempre l’uomo utilizza canti e danze per propiziare l’avvento della pioggia, ma non è di questo che stiamo parlando!

Un coro, solamente utilizzando mani, piedi e corpo, può simulare un vero e proprio temporale. È un esercizio semplice e divertente che può servire ad affiatare il gruppo e a lavorare sul ritmo, sulle dinamiche e sulla percezione anche senza usare la voce, in maniera molto primitiva ma altrettanto artistica.

Gustatevi allora questa stupenda esibizione della Angel City Chorale che ci propone la sua versione di “Africa” dei Toto.